Consigli e suggerimenti sul tagliere

martedì, 24 settembre 2019

Consigli e suggerimenti sul tagliere

Un buon tagliere non dovrebbe mancare in nessuna cucina. Se non ne hai uno, cucinare diventa un fastidio, quindi c'è solo una scelta tra non avere abbastanza spazio per tagliare tutto il cibo o rischiare di graffiare il piano di lavoro della cucina.

Qui ti mostriamo cosa cercare quando acquisti e mantieni i taglieri e quali suggerimenti e trucchi ci sono per rendere il taglio ancora più facile dalla mano.

Qual è la dimensione ottimale

Naturalmente, questo dipende sempre dai tuoi piani di cottura. Tuttavia, la regola di base è: piuttosto troppo grande che troppo piccola. Semplicemente non è divertente avere più tagli sul tagliere che sulla tavola stessa, è sempre meglio avere troppo spazio sulla tavola piuttosto che troppo poco.

Qual è il materiale migliore? Legno, plastica o pietra?

Dipende. Un tagliere in legno offre una buona presa e protegge anche la lama del coltello. Un tagliere in pietra ha, che sorpresa, la massima durata. È anche molto difficile e non necessariamente ottimale per la lama del coltello. Un tagliere di plastica è una buona idea quando si lavora con pesce o carne. Puoi semplicemente metterlo in lavastoviglie e prevenire la formazione di batteri.

Da un punto di vista igienico, ha senso usare diversi taglieri per usi diversi. Come già accennato, l'uso di un tagliere separato è buono per pesce e carne. Inoltre, l'odore ha un ruolo. Nel tempo, un tagliere raccoglie semplicemente gli odori di cibi aromatici forti come aglio, cipolla o pesce. Questo può quindi portare ad altri cibi che hanno il sapore. Ecco un piccolo elenco del tagliere perfetto per ...

  • ... carne e pesce: plastica
  • ... pane: legno (a causa delle briciole con scanalatura di raccolta o ciotola)
  • ... frutta e verdura: legno
  • ... cibi aromatici come le cipolle: un tagliere separato in plastica

Contro lo scivolamento durante il taglio

Per evitare che il tagliere scivoli sul piano di lavoro, esiste una soluzione semplice. Inumidire un betx e posizionarlo sotto il tagliere. Ciò ti consentirà di neutralizzare facilmente il potenziale pericolo di un tagliere scivoloso.

Tagliare la cipolla senza bruciare gli occhi

Se vuoi tagliare le cipolle, ma evita di bruciare gli occhi, puoi strofinare in anticipo il tagliere con aceto. L'acidità dell'aceto neutralizza le essenze che innescano il flusso di lacrime. Un'alternativa a questa è sciacquare accuratamente le cipolle sotto l'acqua corrente prima del taglio e mantenere la cipolla ancora e ancora brevemente sotto l'acqua corrente durante il taglio. Inoltre, un coltello molto affilato è un vantaggio: più il coltello è opaco, più il succo di cipolla viene spremuto.

Come mi prendo cura di un tagliere?

Il legno è un materiale naturale che cambia semplicemente, si consuma nel tempo e con l'uso crescente. La cosa peggiore di un tagliere di legno è il lavaggio. (Non mettere mai un tagliere di legno in lavastoviglie.) La differenza è visibile ad occhio nudo, la tavola è opaca e opaca dopo il lavaggio. Ecco perché è importante oliare regolarmente i taglieri di legno. Per l'olio d'oliva è molto buono. Metti solo alcune gocce su un pezzo di tovagliolo di carta e strofina il bordo con esso. Se lo fai regolarmente, ti divertirai di più con il tuo tagliere di legno per un tempo più lungo.

Un tagliere di plastica, tuttavia, possiamo facilmente entrare in lavastoviglie.

Su Interismo abbiamo diversi taglieri di diverse marche. La nostra offerta è disponibile qui .